fbpx

03.04.20

Notizie

Medie e grandi imprese: attivabile da subito la Cassa depositi e prestiti

Le medie e grandi imprese “colpite” dal Covid-19 potranno fruire immediatamente di finanziamenti per sostenere il fabbisogno attuale di liquidità, andando così in supporto al capitale circolare e agli investimenti previsti dal piano di sviluppo di ciascuna azienda. A renderlo noto è la stessa Cassa depositi e prestiti, prevedendo lo stanziamento complessivo di 2 miliardi di euro per un importo compreso tra 5 e 50 milioni di euro e riscattabile fino a 18 mesi. Non si esclude che ciò potrebbe avvenire anche grazie al contributo di altri istituti finanziari.

Ma quali caratteristiche dovranno avere le aziende per avere a disposizione questa chance? Un fatturato annuo maggiore di 50 milioni di euro e la riduzione di almeno il 10% del fatturato rispetto al precedente anno, a causa all’emergenza Covid-19. Subentrerà, quindi, la delicata fase di valutazione del merito creditizio di ciascuna attività, tenuto conto sia dell’andamento economico sia del dato economico-patrimoniale e finanziario.

La richiesta prescinde dalla preliminare attivazione dei meccanismi di garanzia statale sugli stessi finanziamenti previsti dal decreto Cura Italia, con l’intento di supportare sin da subito tutte le imprese. Questo meccanismo, infatti, sembra essere innescato per le aziende che eccedono i requisiti di Pmi previsti dalla normativa europea e che pure sono escluse dai provvedimenti ministeriali in materia di moratoria sui finanziamenti e fruibilità delle garanzie rilasciate dal fondo centrale per le piccole e medie imprese.

Homepage > Notizie > Notizie > Medie e grandi imprese: attivabile da subito la Cassa depositi e prestiti
Newsletter

Vuoi ricevere la nostra newsletter e rimanere aggiornato sulle nostre pubblicazioni?