fbpx

07.12.21

Notizie

In arrivo aiuti di Stato per Sicilia, Sardegna, Calabria, Basilicata, Puglia, Campania e Molise

Nasce per contribuire a ridurre il gap tra territori geograficamente distanti: il regime di aiuti di Stato a finalità regionale 2022-2027, approvato da Bruxelles vuole sostenere lo sviluppo delle zone svantaggiate, garantendo parità di condizioni tra i 27 Stati membri dell’Unione Europea.

Dal primo gennaio 2022, quindi, l’Europa si dividerà in “zone a” e ” zone c”, proiettandole tutte e allo stesso modo in una transizione verde e digitale.

LA CARTA DEGLI AIUTI DI STATO. Le Regioni ammissibili alle agevolazioni sono quelle che ospitano circa il 42% della popolazione italiana. Nello specifico, si tratta di Sicilia, Sardegna, Calabria, Basilicata, Puglia, Campania e Molise. Queste, infatti, rientrano tra le regioni più svantaggiate dell’Ue, con un Prodotto interno lordo (Pil) pro capite inferiore al 75% della media europea. Tali Regioni, riconosciute come “zone a”, sono ammissibili agli aiuti di Stato con un’intensità massima per le grandi imprese comprese tra il 30% e il 40%, in funzione del Pil pro capite della zona di appartenenza.

L’Italia, inoltre, ha la possibilità di designare le cosiddette “zone c non predefinite” per un massimo di circa il 10% della popolazione nazionale.

L’intensità massima di aiuto, ossia l’importo limite dell’aiuto che può essere concesso per ciascun beneficiario, viene espresso sotto forma di percentuale dei costi di investimento.

Le intensità massime di aiuto possono essere maggiorate di 10 punti percentuali per gli investimenti delle imprese di medie dimensioni e di 20 punti percentuali per gli investimenti – in particolare quelli iniziali con costi ammissibili fino a 50 milioni di euro – delle piccole imprese.

 

Homepage > Notizie > Notizie > In arrivo aiuti di Stato per Sicilia, Sardegna, Calabria, Basilicata, Puglia, Campania e Molise
Fondo Impresa FemminileL'incentivo nazionale che sostiene la nascita e il consolidamento delle imprese guidate da donne

APERTURA TERMINI PER LA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA
- 5 MAGGIO 2022 PER LE NUOVE IMPRESE
- 24 MAGGIO 2022 PER LE IMPRESE GIA' COSTITUITE
Newsletter

Vuoi ricevere la nostra newsletter e rimanere aggiornato sulle nostre pubblicazioni?