fbpx

08.02.22

Notizie

Contraffazione: dall’Ue nuove sanzioni anche per chi compra

Da poco più di una settimana è entrata in vigore la legge europea 2019-2020 circa l’acquisto di prodotti contraffatti. Si riempie così una lacuna del sistema sanzionatorio, più volte contestata da Bruxelles, relativa all’introduzione nel territorio nazionale di piccoli quantitativi di merce contraffatta da parte dell’acquirente finale proveniente da Stati extra europei.

Questo quanto si legge nella norma: «È punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 100 euro fino a 7.000 euro l’acquirente finale che, all’interno degli spazi doganali, introduce con qualsiasi mezzo nel territorio dello Stato beni provenienti da Paesi non appartenenti all’Unione europea che violano le norme in materia di origine e provenienza dei prodotti, in materia di proprietà industriale e di diritto d’autore, a condizione che i beni introdotti siano pari o inferiori a venti pezzi ovvero abbiano un peso lordo pari o inferiore a 5 chili e che l’introduzione dei beni non risulti connessa a un’attività commerciale».

Il commercio illecito di beni contraffatti continua ad essere un problema per il mercato europeo, soprattutto nelle categorie di prodotti che mostrano una grande discrepanza tra i costi di produzione e i prezzi al consumo. Questo può includere beni di consumo come orologi, borse di lusso false ma durante la pandemia hanno iniziato a proliferare anche medicinali contraffatti come antibiotici, antidolorifici, dispositivi di protezione individuale non conformi alla normativa Ue e addirittura vaccini contraffatti.

Durante la pandemia la situazione per certi versi è peggiorata. Il Covid, infatti, ha determinato grandi cambiamenti nelle catene di approvvigionamento e un forte aumento dell’e-commerce. Tutti questi sviluppi creano un quadro complesso per cui è difficile prevedere come si evolverà la contraffazione nel lungo periodo. Sta di fatto che la normativa introduce ferree sanzioni anche per il consumatore finale.

 

 

Homepage > Notizie > Notizie > Contraffazione: dall’Ue nuove sanzioni anche per chi compra
Fondo Impresa FemminileL'incentivo nazionale che sostiene la nascita e il consolidamento delle imprese guidate da donne

APERTURA TERMINI PER LA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA
- 5 MAGGIO 2022 PER LE NUOVE IMPRESE
- 24 MAGGIO 2022 PER LE IMPRESE GIA' COSTITUITE
Newsletter

Vuoi ricevere la nostra newsletter e rimanere aggiornato sulle nostre pubblicazioni?