fbpx

02.04.21

Notizie

Centro nazionale idrogeno in Sicilia: la Regione cerca soggetti pubblici e privati

Sulle ali del Recovery Plan, in Sicilia dovrebbe nasce una filiera dell’idrogeno. Ecco perché fino al 23 aprile è aperta una manifestazione di interesse, al fine di individuare soggetti pubblici e privati interessati a entrare nella filiera.

COSA STA ACCADENDO NEL MONDO. Per il prossimo decennio, il Governo prevede l’applicazione dell’idrogeno nel settore dei trasporti, in particolare pesanti, nelle ferrovie e nell’industria, in particolare in quei segmenti in cui l’idrogeno è già impiegato come materia prima, ad esempio nel settore della chimica e nella raffinazione petrolifera.

Le “hydrogen valleys”, ecosistemi che includono sia la produzione che il consumo di idrogeno, potranno inoltre fornire aree per la diffusione dell’idrogeno entro il 2030, portando a una possibile applicazione dell’idrogeno in settori ancora impensati.

Per dare il via allo sviluppo del mercato dell’idrogeno, il Governo prevede l’installazione di circa 5 GW di capacità di elettrolisi entro il 2030 per soddisfare parte della domanda. La produzione nazionale di idrogeno verde, inoltre, potrebbe essere integrata con le importazioni o con altre forme di idrogeno a basse emissioni di carbonio, ad esempio l’idrogeno blu.

Per centrare l’obiettivo di domanda di penetrazione dell’idrogeno saranno necessari fino a 10 miliardi di euro di investimenti tra il 2020 e il 2030, cui vanno aggiunti gli investimenti per la diffusione delle rinnovabili.

Lo strumento cardine per sostenere gli investimenti è il Recovery Plan italiano: le applicazioni dell’idrogeno potrebbero trovare insieme ad altre tecnologie di decarbonizzazione, grazie al contributo concreto che l’idrogeno può fornire sia agli obiettivi di riduzione delle emissioni, sia allo stimolo dell’innovazione a cui può dare il via.

Ulteriori risorse potranno essere concesse dall’Innovation Fund – il programma con cui Bruxelles investe in progetti sulle tecnologie pulite che siano promettenti e abbastanza maturi per il mercato, quali appunto l’idrogeno – e dal Piano Operativo Nazionale (PON) 2021-2027, per poi essere assegnate a livello locale coinvolgendo gli organi regionali competenti. Infine, le risorse dell’IPCEI (Important Projects of Common European Interest) potranno essere altrettanto utilizzate per supportare lo sviluppo industriale su larga scala dei progetti di idrogeno verde.

Homepage > Notizie > Notizie > Centro nazionale idrogeno in Sicilia: la Regione cerca soggetti pubblici e privati
Newsletter

Vuoi ricevere la nostra newsletter e rimanere aggiornato sulle nostre pubblicazioni?