01.02.24

Notizie

E-commerce e adeguata verifica fiscale: scadenza prorogata al 15 febbraio 2024

Nuovi termini per la comunicazione delle vendite effettuate online nell’anno 2023 dai gestori di piattaforme digitali.

L’Agenzia delle Entrate, con apposita comunicazione (Prot. n. 22931)  ha rinviato i termini al 15 febbraio 2024, a causa di difficoltà sia tecniche sia interpretative, che hanno rallentato la macchina della fiscalità.

Come scrive l’Agenzia delle Entrate alla voce motivazione si annovera, infatti, anche la seguente spiegazione: «Diversi Gestori di Piattaforma sia residenti sia non residenti hanno segnalato all’Agenzia delle entrate difficoltà tecniche e interpretative che influiscono sul rispetto delle scadenze di comunicazione (..)» previste per ieri, 31 gennaio 2023.

Ma da dove derivano gli obblighi di comunicazione dell’e-commerce?

Il decreto legislativo 1 marzo 2023, n. 32 attua la direttiva europea 2021/514 del Consiglio del 22 marzo 20212, recante modifica della direttiva 2011/16/Ue relativa alla cooperazione amministrativa nel settore fiscale.

Il provvedimento, che entra in vigore il 26 marzo 2023, stabilisce le disposizione che disciplinano le procedure di adeguata verifica in materia fiscale e gli altri obblighi posti a carico dei gestori di piattaforma, con decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze.

L’art. 10 non lascia margini interpretativi: in tema di obblighi di comunicazione ed esoneri, il gestore di piattaforma deve comunicare all’Agenzia delle Entrate i propri ingressi economici derivanti dalla vendita online entro il 31 gennaio dell’anno successivo a quello cui si riferisce la comunicazione stessa.

Attenzione, però. Se i gestori di piattaforma con obbligo di comunicazione in relazione al medesimo venditore oggetto di comunicazione sono più di uno, ciascuno di essi è esonerato dall’obbligo se può  provare  che  le  informazioni dovute all’Agenzia delle  entrate sono state comunicate da un altro gestore di piattaforma, sempre con obbligo di comunicazione.

Ma questa è solo una delle diverse fattispecie contenute nel provvedimento che si appresta ad essere attuato.

 

 

Fonte: Agenzia delle Entrate; Gazzetta Ufficiale.
Foto di rupixen.com su Unsplash

 

Homepage > Notizie > Notizie > E-commerce e adeguata verifica fiscale: scadenza prorogata al 15 febbraio 2024