04.06.24

Notizie

Ecobonus 2024: incentivi per l’acquisto di motori green

È con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri datato 20 maggio 2024 e pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 25 maggio che il Governo rende nota la rimodulazione degli incentivi per l’acquisto di veicoli a basse emissioni inquinanti, che saranno gestiti da Invitalia.

Parliamo dell’Ecobonus 2024 e siamo perfettamente nei tempi: da ieri 3 giugno, infatti, è possibile beneficiare di incentivi per l’acquisto di auto “green”. Una condizione, questa, che si protrarrà fino al 31 dicembre 2024.

AUTO “GREEN”. La misura tiene in considerazione l’acquisto di autoveicoli, motocicli e ciclomotori e veicoli commerciali, annoverando pertanto rispettivamente le categorie M1, L1 ed L7, N1 ed N2.

Come si legge nel comunicato del Ministero delle Imprese e del made in Italy, è agevolato l’acquisto di auto elettriche, ibride plug-in e a motore termico con un livello di emissioni di CO2 fino a 135 gr/km, nonché di motocicli e ciclomotori elettrici e non elettrici e di veicoli commerciali leggeri.

Il prezzo di listino compresi optional (IVA esclusa) non deve essere superiore ai 35 mila euro per le autovetture delle fasce 0-20 gr/km (elettriche) e 61-135 gr/km (termiche) e ai 45 mila euro per la fascia 21-60 g/km (ibride plug-in).

ROTTAMAZIONE, sì o no? Il decreto inserisce nuovamente, anche per il 2024, la possibilità di incentivare la rottamazione, qualora il vecchio veicolo (fino a Euro 2) venisse sostituito con un’auto elettrica. In questo caso, secondo le nuove disposizioni in materia, sarà possibile avere agevolati fino a oltre 13mila euro a veicolo, bypassando di molto il “tetto” massimo del precedente anno, che era di 5mila euro.

REQUISITI E SOGGETTI BENEFICIARI. Andiamo subito al dunque: possono fare richiesta di agevolazioni sia le persone fisiche sia le Pmi nonché le persone giuridice. Più settoriale, invece, è la parte dedicata ai requisiti. Tutti i dettagli sono contenuti all’art. 2 del decreto del 20 maggio 2024.

NEW ENTRY. Ad essere introdotto nel 2024 è il contributo dedicato all’installazione di nuovi impianti a Gpl (400 euro) o a metano (800 euro) su autoveicoli di classe non inferiore a Euro 4.

 

 

Fonte: Mimit, decreto del 20 maggio 2024, ecobonus.mise.gov.it .
Foto di Sara Kurfess su Unsplash
Homepage > Notizie > Notizie > Ecobonus 2024: incentivi per l’acquisto di motori green