04.12.23

Notizie

Idrogeno rinnovabile: al via richiesta di contributi a fondo perduto

Riflettori puntati sulla filiera dell’idrogeno rinnovabile. Il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza energetica (Mase) ha pubblicato l’avviso per selezionare progetti di investimento sullo sviluppo della filiera di componenti per la produzione di idrogeno rinnovabile. Come pubblicato nel sito dello stesso Ministero (www.mase.gov.it) la dotazione economica complessiva è pari a 100 milioni di euro e rientra nell’investimento sull’idrogeno previsto dal PNRR. Ente gestore dell’attività è Invitalia. I termini resteranno aperti fino al 12 gennaio 2024.

 

I PROGETTI FINANZIABILI. Ad essere finanziabili – sempre come si evince nel comunicato ufficiale del Ministero – potrebbero essere i progetti riguardanti la creazione o l’ampliamento di unità produttive di componenti degli elettrolizzatori, dispositivi per la compressione e lo stoccaggio dell’idrogeno, sistemi di interfaccia con impianti di produzione di energia rinnovabile, ma anche la ricerca industriale e la formazione di personale correlate all’investimento.

 

LE AGEVOLAZIONI. Il regime di aiuti è previsto nella forma di contributo a fondo perduto. Interessante sottolineare come il 40% delle risorse è riservato alle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

 

L’ investimento produttivo richiesto per accedere ai contributi deve prevedere spese non inferiori a 5 milioni di euro, più un eventuale progetto di ricerca industriale e/o sviluppo sperimentale e un eventuale progetto di formazione del personale.

 

I progetti devono essere conclusi entro l’11 maggio 2026 e devono rispettare il principio DNSH (Do No Significant Harm).

 

 

Fonte: mase.gov.it | invitalia.it
Foto di Scott Graham su Unsplash
Homepage > Notizie > Notizie > Idrogeno rinnovabile: al via richiesta di contributi a fondo perduto