29.02.24

Notizie

Sviluppo Pmi: nel 2024 “raddoppia” il Fondo di garanzia

Ammonta a 5 milioni di euro il Fondo di garanzia 2024 messo a disposizione dal Governo per sostenere lo sviluppo delle Pmi italiane.

Con la Circolare n. 3 del 2024, emessa lo scorso 2 febbraio, la società Medio Credito Centrale ufficializza l’adozione del cosiddetto metodo “premi esenti” ai fini del calcolo del premio teorico di mercato relativo alle garanzie concesse dal Fondo alle Pmi, ai sensi dei Regolamenti de minimis e dei Regolamenti d’esenzione.

Viene, infatti, reso noto che, da oggi 29 febbraio 2024, l’importo garantito totale, calcolato come somma tra gli importi garantiti su tutte le operazioni finanziarie in essere ammesse all’intervento del Fondo e l’importo da garantire su nuove operazioni finanziarie per le quali si richiede l’ammissione all’intervento del Fondo, sia compreso tra euro 2.500.000,00 ed euro 5.000.000,00. In parole povere: il doppio rispetto al passato.

IL FONDO DI GARANZIA. La garanzia del Fondo è una agevolazione del Ministero delle Imprese e del Made in Italy, finanziata anche con risorse europee, che può essere attivata solo a fronte di finanziamenti concessi da banche, società di leasing e altri intermediari finanziari. Il Fondo non interviene direttamente nel rapporto tra banca e cliente. Tassi di interesse, condizioni di rimborso ecc., sono lasciati alla contrattazione tra le parti, fermo restando che sulla parte garantita dal Fondo non possono essere acquisite garanzie reali, assicurative o bancarie (Fondidigaranzia.it).

La normativa ordinaria è attualmente oggetto di deroghe, così come previsto dalla legge di Bilancio 2023, che ha prorogato l’applicazione della disciplina transitoria introdotta dalla legge di Bilancio 2022 e delle ulteriori misure poste in essere per contrastare gli effetti negativi derivanti dalla crisi russo – ucraina.

IL METODO DEI “PREMI ESENTI”. Si tratta di un metodo che prevede l’applicazione di un premio annuo definito in base alla classe di valutazione (classe di rating) del soggetto beneficiario finale determinata ai sensi del modello di valutazione del Fondo. Nei casi in cui non sia possibile la determinazione della classe di valutazione del soggetto beneficiario finale tramite il modello di valutazione del Fondo, il premio annuo sarà fissato al 3,8 % ovvero al premio che sarebbe applicabile alla impresa controllante, qualora esistente. Sorvoliamo su tutte le informazioni di carattere prettamente operativo.

 

Fonte: Circolare n. 3 del 2024 società Medio Credito Centrale ; Fondidigaranzia.it.
Foto: Micheile Henderson-Unsplash
Homepage > Notizie > Notizie > Sviluppo Pmi: nel 2024 “raddoppia” il Fondo di garanzia