23.01.24

Notizie

Veicoli ecosostenibili: al via con le domande di incentivi

Le imprese di autotrasporto possono già richiedere gli incentivi relativi ai costi sostenuti nel 2023 per il miglioramento del parco veicoli in un’ottica di eco-sostenibilità.

A indicare i margini dell’agevolazione è il decreto del 1° dicembre 2023 del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 18 gennaio 2024, recante appunto le disposizioni per l’erogazione delle risorse finanziarie, nel limite complessivo di spesa pari a 25 milioni di euro, destinate agli investimenti effettuati dalle imprese che esercitano, in via prevalente, attività di autotrasporto di merci per conto di terzi e che intendano procedere con il processo di adeguamento del parco veicolare in senso maggiormente eco sostenibile, valorizzando l’eliminazione dal mercato dei veicoli più obsoleti.

Requisito indispensabile è che le imprese beneficiarie – nonché quelle degli autotrasportatori di cose per conto di terzi – siano iscritte all’omonimo albo e al Registro elettronico nazionale (Ren).

Ammessi al contributo sono, quindi, i costi sostenuti per l’acquisto di dispositivi innovativi, elencati nell’Allegato 1 del decreto e che, qui, riportiamo di seguito:

  • Spoiler laterali (ammesse dal regolamento UE n. 1230/2012, masse e dimensioni);
  • Appendici aerodinamiche posteriori;
  • Dispositivi elettronici gestiti da centraline Ebs (Electronic braking system) per la distribuzione del carico sugli assali in caso di incarichi parziali o non uniformemente distribuiti;
  • Tyre pressure monitoring system (Tpms), oppure Tyre pressure and temperature monitoring system (Tptms), oppure Tyre pressure and automatic inflating monitoring system;
  • Sistema elettronico di ottimizzazione del consumo di aria dell’impianto pneumatico abbinato al Sistema di ausilio in sterzata, determinando un minor lavoro del compressore del veicolo trainante con riduzione dei consumi di carburante;
  • Telematica indipendente collegata all’EBS (Electronic braking system) in grado di valutare l’efficienza di utilizzo di rimorchi e semirimorchi (tkm) e/o geolocalizzarli per ottimizzare le percorrenze e ridurre il consumo di carburante;
  • Dispositivi elettronici gestiti da centraline EBS (Electronic braking system) per ausilio in sterzata;
  • Sistema elettronico di controllo dell’usura delle pastiglie del freno;
  • Sistema elettronico di controllo dell’altezza del tetto veicolo, oppure Sistema elettronico automatico gestito da centraline EBS (Electronic braking system) che ad una data velocità abbassa l’assetto di marcia del rimorchio e migliora il coefficiente di penetrazione aerodinamica del veicolo o del complesso veicolare;
  • Dispositivo elettronico gestito da centraline EBS (Electronic braking system) per il monitoraggio dell’inclinazione laterale del rimorchio o semirimorchio ribaltabile durante le fasi di scarico e del relativo superamento dei valori limite di sicurezza.

 

 

Fonte: www.gazzettaufficiale.it ; decreto 1° dicembre 2023 ; GU Serie Generale n.14 del 18.01.2024.
Foto di Scott Graham su Unsplash

Homepage > Notizie > Notizie > Veicoli ecosostenibili: al via con le domande di incentivi