fbpx

02.03.21

Notizie

Bonus pubblicità 2021: al via le domande per prenotare il credito

Tempo di pubblicità: l’Agenzia delle Entrate apre lo sportello per prenotare il Bonus pubblicità relativo agli investimenti effettuati o da effettuare nel 2021. Le novità introdotte dalla legge di Bilancio sono parecchie. E alcune introducono modifiche di tipo strutturale.

Partiamo subito col dire che verranno applicate due modalità di calcolo e differenti requisiti per il bonus pubblicità nel biennio 2021 e 2022: regime straordinario per gli investimenti pubblicitari su giornali quotidiani e periodici, anche in formato digitale; regime ordinario, invece, per gli investimenti pubblicitari sulle emittenti televisive e radiofoniche locali.

A precisare le regole è il modello di istruzioni per la presentazione della domanda, aggiornato allo scorso 24 febbraio sul sito dell’Agenzia delle Entrate, in cui si evince anche che è possibile prenotare il bonus per gli investimenti effettuati o da effettuare nel 2021 dal primo al 31 marzo 2021.

 

DETTAGLI MANOVRA. La Manovra 2021 introduce una proroga al Bonus pubblicità, così che, fino al 2022, sarà concesso nella misura unica del 50% della spesa sostenuta, sulla scia di quanto disposto dai decreti Cura Italia e Rilancio. L’obiettivo è fronteggiare il calo degli investimenti pubblicitari a seguito dell’emergenza Covid, permettendo così alle imprese di veicolare per mezzo stampa la comunicazione della propria attività e professione.

A CHI SI RIVOLGE? A imprese, lavoratori autonomi ed enti non commerciali, che hanno effettuato o intendono fare investimenti pubblicitari sulla stampa quotidiana e periodica, anche online.

DETTAGLI. Per far fronte alla riduzione degli investimenti pubblicitari a causa della crisi Covid, la Manovra 2021 intende dare continuità al regime straordinario del bonus pubblicità previsto per il 2020 dal Governo, confermandolo anche per il 2021 e il 2022.

Questo significa che per il biennio 2021-2022 il credito d’imposta sarà concesso nella misura unica del 50% del valore assoluto, bypassando, dunque, la forma “a regime”, che invece concedeva bonus nella misura del 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati.L’agevolazione sarà concessa entro il limite massimo di 50 milioni di euro per ciascuno anno. Di conseguenza, il Fondo per il pluralismo e l’innovazione dell’informazione sarà incrementato di 50 milioni di euro sia per il 2021 che per il 2022.

Homepage > Notizie > Notizie > Bonus pubblicità 2021: al via le domande per prenotare il credito
Newsletter

Vuoi ricevere la nostra newsletter e rimanere aggiornato sulle nostre pubblicazioni?