fbpx

05.05.20

Notizie

Rimborso costi Dpi: in arrivo il “click day” Invitalia

Segnate in agenda questa data: l’11 maggio 2020 sarà possibile presentare domanda per ottenere il rimborso del 100% delle spese sostenute per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale.

Si chiama “Impresa SIcura” ed è il bando di gara pubblicato da Invitalia a sostegno delle imprese che, indipendentemente dalla forma giuridica, possono beneficiare di un credito per l’acquisto di mascherine, guanti, camici, calzari, detergenti e soluzioni disinfettanti, con in campo 50mila euro – da un contributo minimo di 500 euro a un massimo di 150mila – a cui sarà possibile accedere telematicamente dalle 9 di giorno 11, seguendo una procedura articolata in tre fasi. -> (Scopri come presentare domanda).

CHI PUO’ USUFRUIRE DEL BENEFICIO? Tutte le imprese, indipendentemente dalla forma giuridica, dal settore economico in cui operano e dal regime contabile adottato, che, alla data di presentazione della domanda di rimborso, sono regolarmente costituite e iscritte come “attive” nel registro delle imprese. Saranno ammesse le imprese che hanno la sede principale o secondaria sul territorio nazionale e sono nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non sono in liquidazione volontaria e non sono sottoposte a procedure concorsuali con finalità liquidatoria. Il rimborso è concesso, nei limiti delle risorse disponibili, nella misura del 100% delle spese ammissibili, laddove l’impresa è tenuta a dichiarare, nella domanda di rimborso, il numero degli addetti a cui è riferibile l’acquisto di dispositivi di protezione individuale. Le spese devono essere sostenute nel periodo compreso tra il 17 marzo, data di  pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del decreto Cura Italia, e la data di invio della domanda di rimborso. Le fatture costituenti acconto sulle forniture di Dpi sono ammissibili solo a condizione che l’impresa presenti, nella domanda di rimborso, anche la fattura riguardante il saldo della fornitura.

EROGAZIONE E CONTROLLI. Il rimborso verrà erogato direttamente nel conto corrente dell’impresa. Ma attenzione alla presentazione delle domande: Invitalia, successivamente all’erogazione del rimborso e su un campione significativo di imprese,
verificherà la veridicità delle dichiarazioni sostitutive di atto notorio rilasciate dalle imprese in sede di richiesta di rimborso.

 

Leggi anche come fare per ottenere il Credito d’Imposta su Dpi e le disposizioni vigenti in tema di Sterilizzazione dei luoghi di lavoro: agevolazioni fiscali per debellare il Coronavirus.

Homepage > Notizie > Notizie > Rimborso costi Dpi: in arrivo il “click day” Invitalia
Newsletter

Vuoi ricevere la nostra newsletter e rimanere aggiornato sulle nostre pubblicazioni?